Il Nepal è una piccola e straordinaria striscia di terra i cui territori spaziano dalla pianura del Gange alla catena montuosa dell’Himalaya. È un paese ricco di storia, cultura e natura, ma estremamente povero.

Occupa la 145 posizione su 177 paesi classificati in base all’Indice di sviluppo umano.

Si stima che circa il 40% della popolazione viva al di sotto della soglia di povertà e il’90% sopravviva grazie all’agricoltura. Le disparità sociali sono abissali: il 46,5% dei redditi è nelle mani del 10% della popolazione.

Nepal

La condizione sociale delle donne nepalesi è segnata dalla dipendenza e dallo sfruttamento. Si sposano giovanissime, non hanno la possibilità di studiare o di imparare un mestiere. Esse costituiscono più di metà della popolazione nepalese ma in termini di Gender-related Development Index (GDI) e Gender Empowerment Measure (GEM), il Nepal rimane uno dei Paesi meno sviluppati dell’Asia e uno dei tre al mondo in cui l’aspettativa di vita delle donne è inferiore a quella degli uomini (53,5 anni per le donne e 55,9 per gli uomini).

  • Il tasso di alfabetizzazione è del 65%, con grande diversità tra uomini e donne.
  • La mortalità infantile colpisce 43 bambini ogni 1000 nati vivi.
  • La maggior parte della popolazione non ha accesso all’acqua potabile, ai servizi igienici, alle cure mediche e all’istruzione primaria, soprattutto nelle zone rurali.
  • Il reddito lordo pro capite annuo è di 1.100 euro, ma in alcune zone del paese scende a 110 euro.
  • Il prodotto nazionale lordo pro capite è pari a 690 dollari USA.